I suoi campi d’azione sono: il teatro, le arti performative, il video.

AL PALO DELLA MORTE

Al palo della morte

liberamente tratto dal libro
“Al Palo della morte – storia di un omicidio in una periferia meticcia” di Giuliano Santoro (ed. Alegre 2016)
ideazione Alessandra Ferraro e Pako Graziani
drammaturgia e regia Pako Graziani
con  Tiziano Panici e Aleksandros Memetaj
musiche Dario Salvagnini
light designer Valerio Maggi
produzione Margine Operativo
in collaborazione con Kollatino Underground, Argot Studio, Attraversamenti Multipli

Al palo della morte_1

Lo spettacolo, liberamente tratto dal libro di Giuliano Santoro, racconta una storia successa nel quartiere multietnico di Tor Pignattara a Roma. È qui che nel 2014 viene ucciso Shahzad, un pakistano di 28 anni. Lo ammazza a calci e pugni un minorenne romano. Pochi giorni dopo viene arrestato il padre del ragazzo: è accusato di concorso e istigazione all’omicidio.
In scena due giovani attori raccontano la storia di Shahzad intrecciandola con altre storie, dando corpo alle tante voci che il libro contiene.
Lo spettacolo riallaccia i fili che collegano l’uccisione di Shahzad al suo contesto e alle radici del rapporto fra la città di Roma e i migranti.
L’uccisione di Shahzad è lo spunto per raccontare i fili di una tela complessa in cui Roma diventa lo specchio delle contraddizioni del nostro tempo. Da un caso di cronaca si allarga un vortice che trascina nello spettacolo migranti, giovani precari, un’opinione pubblica ossessionata dal “diverso”, ma anche formidabili esperienze di meticciato e di solidarietà.

debutto: 28 ottobre 2016 – festival Attraversamenti Multipli

RECENSIONI /ARTICOLI:

TEATRO e CRITICA / Lucia Medri  “Margine Operativo. Roma Al palo della morte”

LIMINA TEATRI / Letizia Bernazza  “Al palo della morte”