I suoi campi d’azione sono: il teatro, le arti performative, il video.

VITA DA ARTISTI

VITA DA ARTISTI

Conferenza/Performance sulla condizione dei lavoratori dello spettacolo


ideazione Alessandra Ferraro e Pako Graziani
drammaturgia e regia Pako Graziani
con Tiziano Panici
produzione Margine Operativo
coproduzione Attraversamenti Multip

liberamente tratto da:
-Vita di artisti:Ricerca nazionale sulle condizioni di vita e di lavoro dei professionisti dello spettacolo realizzata dalla Fondazione Di Vittorio con il contributo e il supporto della SLC-Cgil.
– Vita di artisti : la condizione dei lavoratori dello spettacolo pubblicato il 18/05/2017 / da Mimma Gallina sulla webzine di cultura teatrale ATEATRO.
-Il primo F 35 italiano ha compiuto la trasvolata dell’Atlantico – 8 Feb 2016 Il Sole 24 ore

Il termine cultura deriva dal verbo latino còlere, “coltivare”.
La cultura è un bene necessario per la crescita individuale e per lo sviluppo di un territorio ma troppo spesso è considerata come qualcosa di nessuna importanza se non addirittura un costo per la comunità.
Nello spettacolo dal vivo operano migliaia di lavoratori ma la realtà quotidiana di questi professionisti è poco o per nulla conosciuta, tanto che le statistiche ufficiali non consentono di avere una rappresentazione approfondita di questo settore.
E dall’analisi dei dati emergono tutte le storture del nuovo millennio. La metà dei lavoratori dello spettacolo, il 51,4% ha un’entrata annua che non supera i 5.000 euro, il 37,5% si colloca tra i 5 e i 15mila. E solo un 4,2% può contare su un’entrata oltre i 25mila.
Tra le numerose voci di spesa che figurano nei bilanci dello Stato Italiano c’è n’è una particolarmente importante che riguarda i costi delle armi. L’Italia spende ogni anno miliardi di euro per l’acquisto di nuovi armamenti: aerei, carrarmati, missili, fucili e altri strumenti da guerra. Negli ultimi anni, i costi sono aumentati dai dati SIPRI, emerge che l’ Italia si trova al dodicesimo posto mondiale per quanto riguarda la spesa militare.