I suoi campi d’azione sono: il teatro, le arti performative, il video.

GUERRIGLIA LIVE SHOW

GUERRIGLIA LIVE SHOW

liberamente tratto da alcune mail liberamente scambiate in rete tra ultrà italiani e casseur francesi

TRAILER

RECENSIONE DI GRAZIANO GRAZIANI SUL MENSILE “LA DIFFERENZA”

uno spettacolo politicamente scorretto
uno spettacolo attraversato da un’ autoironia feroce di quella ferocia che lacera
parole che mozzano, sanguinano e brancolano
da trangugiare d’un fiato, da somministrarsi senza cura
Il gioco è estremo!!
Uno spettacolo ricco di sonorità stridenti e acute come una mosca in trappola, perso in una atmosfera surreale!!
un varietà veloce, un reality show teatrale allucinato che unisce la sobrietà alla farneticazione, la penombra alla luce, la melodia al disturbo, i corpi dei performers in azione ai corpi digitali, immagini reali e immagini virtuali,la televisione al teatro…
uno spettacolo multiplo, denso, grottesco, comico che non pretende un futuro, che ha fretta, che vuole essere consumato subito con una storia senza inizio e fine, uno spettacolo psichedelico, circolare nel suo evolversi intorno al gioco drammatico e grottesco dello scontro!!

Descrizione
Il testo
Il testo é una riscrittura teatrale di alcune mail liberamente scambiate in rete nel periodo della seconda sommossa delle banlieu in Francia tra alcuni ultrà italiani e alcuni casseur francesi riguardanti gli strumenti della guerriglia e dell’ antiguerriglia .Un confronto serrato con la nuova oralità – o oralità digitale – che viaggia nel web tramite mail e blog.
La scena
una grande insegna luminosa con la scritta guerriglia live show…
In una gigantesca tv appare…un neopredicatore allucinato invita il pubblico a prender parte ad un imminente spettacolo.
Il neopredicatore descrive minuziosamente gli strumenti dell’ antiguerriglia utilizzati in Francia da Nicholas Sarkozy (come il KARCHER- una specie di carroarmato dotato di un cannone che invece di proiettili spara un getto d’acqua mista a un colorante che tinge i bersagli di rosa shocking o giallo canarino.)
Subito dopo verranno invece elencati gli strumenti utilizzati dalla guerriglia ( come la CAGOULE un capuccio che copre la testa ma lascia libero il viso – il primo a proporla nella moda è stato Pierre Cardenne nel 1968)….
La musica
I due musicisti in scena ibridano sonorità elettroniche e dinamismo punk
Una musicazione dal vivo in cui gli estremi sonori si attraggono e si fronteggiano
la partitura musicale a volte accompagna il testo delirante dell’ attore e a volte prende il sopravvento dagli spunti dati dal testo e dall’ azione
I pezzi sono caratterizzati dall’ estrema manipolazione di suoni ed effetti,
la musica è pervasa da una libertà stilistica che raccoglie pezzi di ritmo diversi da brano a brano, il tutto oliato da una fantasia sfacciata.
 

ideazione-regia: Pako Graziani e Alessandra Ferraro
con: Nicola Danesi De Luca
musiche originali live:
Federico Camici – basso + voce
Andrea “Loko” Cota – chitarra + voce
video live: Riot Generation Video
luci: Diego Labonia
fonica: Luigi Giandonato
produzione: Margine Operativo 2008