I suoi campi d’azione sono: il teatro, le arti performative, il video.

AI CONFINI DELL’ARTE

AI CONFINI DELL’ARTE

 

ConfiniArteANew_1

 
9 – 23 marzo -20 aprile2007
“Ai confini dell’ arte”
frammenti di contemporaneo
incontri_dibattiti_performance_ installazioni
djset_video_teatro_danza_arte digitale

un ciclo di eventi ideati da Margine Operativo
in collaborazione con ESC
>> a ESC atelieroccupato
Via dei Reti 15 – San Lorenzo – Roma
www. escatelier.net

“Ai confini dell’arte” sono un ciclo di eventi ideati da Margine Operativo in collaborazione con ESC_atelieroccupato, che si interrogano sul “fare arte oggi” attraverso momenti di dibattito, presentazione di performance, spettacoli, video, installazioni, musica.
“Ai Confini dell’ Arte” nasce come ulteriore tappa del percorso di Margine Operativo di riflessione/azione sulle possibili combinazioni tra diversi linguaggi artistici e luoghi di attivismo

venerdì 9 marzo 2007
traccia n. 1

ore 18_ incontro_
…Teatri prossimi futuri…
partecipano:
_Ninni Cutaia _direttore dell’ EnteTeatrale Italiano
_Angela Azzaro _giornalista di Liberazione
_Fabrizio Arcuri _Accademia degli Artefatti
_Gianluca Riggi_Teatro Furio Camillo
_Giovanni Greco_Teatro del Lido
_Alessandra Ferraro_Margine Operativo

_fotoexpò_ “The Hypermediated Body”
di Eleonora Calvelli.
_h. 21
_video _Tony Clifton Circus e Riot Generation Video
presentano
“TV.TB” esperimento mediatico di meditazione sul teatro
per mezzo televisivo
_performance_Casina Benedetta presenta
“DEEP SONGS Canzoni dal Rumore Profondo”
_h. 23
_dj set _drum&bass, jungle, breaks by
URBAN PRESSURE
_visioni_ Riot Generation Video

La prima giornata, venerdì 9 marzo, è dedicata a una riflessione a più voci sul teatro dove si intrecciano ottiche e esperienze diverse, dallo sguardo di chi ricopre una carica istituzionale come dirigere l’ ETI alla visione di chi narra la scena contemporanea attraverso un giornale, alla esperienza di due teatri importanti per la metropoli di Roma come il Furio Camillo, punto di riferimento per il teatro di ricerca, e il Teatro del Lido, interessante percorso di teatro “fuori centro”, all’ esperienza artistica di due compagnie di teatro l’ Accademia degli Artefatti e Margine Operativo.
Lo sguardo dentro/fuori/attraverso il corpo teatro è il centro della mostra fotografica di Eleonora Calvelli e del video “TVTB” di Riot Generation Video e Tony Clifton Circus prodotto da Volterra Teatro, una “meditazione dissacrante sul teatro per mezzo televisivo”.
Casina Benedetta presenta la performance”DEEP SONGS Canzoni dal Rumore Profondo” un
Composizioni e decomposizioni a cura di Leone Monteduro (voce, testi e musica) e
Roberto La Ricca (musica, suoni e rumori).
Dalle ore 23 entra in azione la musica e I suoini della crew romana di Urban Pressure e le visioni di Riot Generation Video.

venerdì 20 aprile 2007
traccia n. 3

ore 18_ incontro_
…I linguaggi della metropoli…
_presentazione della ricerca sulle autoproduzioni teatrali a Roma dal 2000 a oggi
un progetto a cura di Graziano Graziani _giornalista di Carta
_ presentazione del percorso dai “teatrinvisibili” a “teatri di vetro” 2005-2007
a cura di Roberta Nicolai _Triangolo Scaleno Teatro
_h. 22
spettacolo_concerto
_ “ ROMA_ backstage di una metropoli irreale”
di Margine Operativo_Riot Generation Video _Jungla Beat _
Acid Orchestra
_h. 23
_dj set _drum&bass, jungle, breaks by URBAN PRESSURE
_visioni_ Riot Generation Video

La terza tappa di venerdì 20 aprile, inizia alle ore 18 con un incontro – “I linguaggi della metropoli” dedicato a una riflessione sulle traiettorie artistiche e produttive del teatro indipendente a Roma, un dibattito che si sviluppa attraverso due momenti:
– la presentazione della ricerca curata da Graziano Graziani sulle autoproduzioni teatrali dal 2000 a oggi nella metropoli di Roma, una ricerca che fornisce una dettagliata e preziosa mappa sulla vitalità del teatro indipendente
– la presentazione del percorso che ha portato la compagnia Triangolo Scaleno a ideare “Teatri di Vetro” una fiera del teatro indipendente che si svolgerà al Teatro Palladium dal 17 al 27 maggio, e che vedrà una carellata di spettacoli e performance di compagnie di Roma e della Provincia, un percorso che inizia nel 2005 con il progetto “Teatri Invisibili”.
La serata continua alle ore 22 con la presentazione del primo studio di
“ ROMA_ backstage di una metropoli irreale” uno spettacolo_concerto creato da quattro gruppi della scena indipendente romana:
Margine Operativo, Riot Generation Video, JunglaBeat , Acid Orchestra.
Roma è uno spettacolo multiplo. Un concerto che mixa stornelli “maledetti” a graffianti melodie rap, uno spettacolo che intreccia la musica , creata da JungleBeat e Acid Orchestra, con il video live costruito da Riot Generation Video e con i corpi dei performer di Margine Operativo e dei musicisti in scena.
Un viaggio visivo e sonoro attraverso le viscere della metropoli, con lo sguardo rivolto al “fuori fuoco”.Le visioni nascoste; mai viste.Uno sguardo trasversale, esplorativo e polimorfo sulle mutazioni urbane,sulla città e il suo divenire dimensione metropolitana.
Dalle ore 23, la serata slitta in una festa accompagnata dalla musica drum&bass, jungle, breaks, della crew romana di Urban Pressure.