I suoi campi d’azione sono: il teatro, le arti performative, il video.

AI CONFINI DELL’ARTE 2005

AI CONFINI DELL’ARTE (2005)

 

aiconfinidell'arte-x-web

 

giov . 14_ ven 15 aprile 2005
a ESC
Via dei Reti 15 – San Lorenzo – Roma

Margine Operativo
presenta l’evento
< AI CONFINI DELL’ARTE >

giovedì 14 aprile
h. 18 >
_Incontro : “Spaesamenti nella creazione contemporanea”
coordinato da Paolo Ruffini critico di teatro e danza – curatore del libro “IPERCORPO”( Editoria & Spettacolo)
Partecipano alcuni autori:
Fabrizio Arcuri _Accademia degli Artefatti
Massimo Canevacci _docente di antropologia culturale all’ Università La Sapienza di Roma
Alessandra Ferraro _Margine Operativo
Viviana Gravano _docente di arte contemporanea all’ Università di Catania
Roberto Latini _Fortebraccio Teatro
Leone Monteduro _Casina Benedetta

_proiezione in anteprima del video e format televisivo
“Ai confini dell’ arte” di Riot Generation Video
(che verrà trasmesso dal canale satellitare Planet, il 21 aprile alle h. 21)

venerdì 15 aprile
dalle h. 21 >
_performance >>
Accademia degli Artefatti
Casina Benedetta
Margine Operativo
Roberto Latini_Fortebraccio Teatro
Three Blind Mice
Tony Clifton Circus

h.23
_DJ SET liquid drum&bass _breakbeat >>
Urban Pressure

_video live set>> Riot Generation Video

Giovedì 14 > entrata libera_
Venerdì 15 > entrata 4 €

ESC
Via dei Reti 15 – San Lorenzo – Roma
info: Esc 06. 97612244 _ Margine Operativo 06.2757973

“AI CONFINI DELL’ ARTE”
Un evento ideato dal gruppo di teatro Margine Operativo

Un viaggio alla scoperta delle zone di confine e di inteconessione tra linguaggi artistici contemporanei e spazi metropolitani
Un esplorazione delle sperimentazioni comunicative e artistiche che stanno compiendo alcuni gruppi italiani che si muovono sulle linee di confine tra video, teatro, danza, arte visiva.
Percorsi che dilatano i confini dell’arte innestando eventi artistici in luoghi inusuali, “dove la vita scorre”. Un’ espansione che delinea nuove relazioni possibili tra “chi agisce” e lo “spettattore’,
e inediti rapporti tra arte e spazi urbani.

La prima giornata , giovedì 14,
È dedicata alle parole e alle immagini
si apre alle h. 18 con un incontro_dibattito che ha come filo conduttore il libro, curato da Paolo Ruffini, “IPERCORPO” di prossima uscita. Un libro che raccoglie una carellata di interventi di molti artisti contemporanei (dai Motus all’ Accademia degli Artefatti, da Fabrizio Crisafulli a Zimmer Frei…e moltissimi altri) che si interrogano sugli “spaesamenti nella creazione contemporanea” e su cosa disegna il contemporaneo: contrapposizione, conflitto, adesione, smembramento (spaesamento). Partecipano il curatore del libro e alcuni degli autori.

Dalle parole si passa alle immagini attraverso la proiezione in anteprima di “Ai confini dell’arte” un video realizzato da Riot Generation Video per il format televisivo Borders ( sempre curato dallo stesso gruppo) che verrà trasmesso il 21 aprile dal canale satellitare Planet.
Il video narra il percorso del festival evento “Attraversamenti Multipli” creato da Margine Operativo dal 2001 al 2004, attraverso immagini e parole raccolte durante questi quattro anni di itinerario artistico.

La seconda giornata, venerdì 15,
È dedicata ai corpi in azione
e presenta dalle h. 21, le performance di 6 gruppi della scena teatrale romana, (Accademia degli Artefatti, Casina Benedetta, Margine Operativo , Fortebraccio Teatro, Three Blind Mice, Tony Clifton Circus )
che presentano delle performance create appositamente per questo evento. 6 performance molto diverse tra di loro, come diverse sono le poetiche e le modalità di azione dei 6 gruppi coinvolti, ma che hanno in comune , come molti artisti contemporanei, l’attitudine ad agire nelle zone di confine tra diversi linguaggi artistici e a sperimentare continuamente inedite traiettorie.

La serata continua accompagnata dai suoni della dei dj crew di Urban Pressure accompagnata dalle immagini del live set video di Riot Generation Video.

L’evento ai “Confini dell’ Arte” nasce come ulteriore tappa del percorso di Margine Operativo di riflessione/azione sulle possibili combinazioni tra arte e spazi urbani, ricerca che il gruppo prosegue da anni con l’evento “Attraversamenti Multipli_performance, teatro, installazioni, video,djset negli spazi della metropoli” un evento nomade che si e’ inserito in luoghi simbolo della metropoli Roma, in spazi di passaggio: le stazioni dei treni e delle metropolitane.